Tessere d’Europa – Tositsa – Diario da Salonicco #2

Ecco la seconda puntata del diario di Marco Mignola, che a cadenza regolare ci invia riflessioni e pensieri dal cuore del sud Europa, Salonicco, durante la permanenza in Grecia in occasione del suo tirocinio internazionale sostenuto dall’UE. La prima puntata si può leggere seguendo questo link

Salonicco

La logistica, quando si va in una grande (e nuova) città, é tutto. Certo di questa convinzione quando ho iniziato a cercare l’appartamento mi sono detto: a lavoro ci voglio arrivare a piedi. Non solo per una questione di rapidità di sposamenti o di orario settato sulla sveglia, ma perché mi piace passeggiare per le città. Mi piace osservare la vita di quartiere. Dopo attenta ricerca, e qualche trappolone evitato (per chi volesse venire in vacanza qua attenzione agli affittacamere e ai servizi, tipo l’acqua calda, non inclusi nel prezzo), trovo un bell’appartamento verso la parte alta della città , ma ad 1 Km dall’ufficio di Antigone e, soprattutto, da Piazza Aristotelious, cuore pulsante di Salonicco.

Salonicco

Così tutte le mattine mi tiro dietro il portone e scendo verso mare, tagliando per il parco archeologico sopra a piazza Aristotelious, e, all’inizio, muovendomi poi per le vie principali. Un giorno mi accorgo di questa piccola stradina che taglia proprio verso la via del mio ufficio. Mi ci butto e sembra di tornare indietro di anni.

unnamed (2)

Tositsa é la via dei rigattieri, degli antiquari e dei venditori dell’usato. Una San Gregorio Armeno di soli 200m che la mattina si anima di artigiani, anziani, giovani alla ricerca del pezzo vintage e di sgombrasoffitte impegnati a trattare con i negozianti.

unnamed (3)

Una Portobello Road che negli ultimi anni si è rianimata causa crisi e dove il principio di solidarietà si sposa con quello del piccolo profitto e, allo stesso tempo del riuso. Dalle divise militari ai libri, dalle macchine fotografiche agli elettrodomestici dai vestiti ai mobili, quest’ultimi sistemati e restaurati dagli artigiani direttamente sui marciapiedi. Tutte le mattine questo piccolo mondo antico si spalanca davanti ai miei occhi e mi ricorda che alla fine non c’è nulla da inventare.

unnamed (4)

Il riuso, concetto che sembra uscito dalla testa di qualche scienziato del MIT, alla fine è quella buona vecchia prassi del non buttare quello che è ancora utilizzabile, che riparare spesso è molto meglio che comprare qualcosa di nuovo e che ci sono ancora quote di mercato solidali da esplorare e implementare. A Ravenna da tempo si è partiti con il baratto ma, credo, favorire anche un nuovo sviluppo di una rete commerciale basato sul riuso e l’usato fatto da piccoli intermediari (anche qui ormai sembra che i grandi gruppi la facciano da padrone) non sarebbe una cattiva idea. Domani mattina vado a vedere di trovare uno stendipanni, che uno in tre persone nell’appartamento inizia ad essere strettino…

Marco Mignola

 

Tags: , , , , ,