en

Temi della candidatura

Ravenna raccoglie lo spirito e la sfida della candidatura, cercando di proiettare una identità ancorata gloriosamente al passato in un futuro dai nuovi contorni e dalle molteplici prospettive, attraverso una propria vocazione immaginifica che stimola un riequilibrio tra antico e contemporaneo. In questo quadro, l’idea/concetto di ‘Mosaici di Cultura’ prende forma come momento di sintesi di una pluralità di realtà artistiche, culturali, economiche, politiche e sociali, che insieme contribuiscono alla produzione di nuove visioni e progettualità. La metafora del mosaico richiama il senso di una composizione delle diversità interpretata come un processo aperto e mai finito, che caratterizza un percorso di costruzione di nuove prospettive per l’Europa, così terribilmente in crisi per incertezze di sguardo al presente e al futuro
E’ da tale approccio innovativo che si generano i temi e le parole chiave del programma di candidatura: dalla porta all’acqua, dagli ossimori e dalle contraddizioni alla capacità di immaginare il proprio futuro e di trasformarsi in un moto infinito, senza dimenticare le suggestioni del passato che rivivono, attualizzate e proiettate nel futuro, attraverso i richiami danteschi che percorrono la struttura del programma.

 

Cinquetracce
Con Cinquetracce il lavoro sul programma di candidatura segna una tappa fondamentale per Ravenna e il suo territorio. “Cinquetracce” è il titolo degli incontri che dal 3 Novembre al 3 Dicembre 2011 hanno animato la città, con l’obiettivo di approfondire le implicazioni teoriche e i possibili sviluppi progettuali dei cinque macrotemi sviluppati dallo Staff e dal Comitato Artistico-Organizzativo, e condivisi con la cittadinanza e il territorio romagnolo. L’ospitalità e la diversità culturale, il conflitto e le sue possibili composizioni, il rapporto con l’acqua e le relazioni con l’esterno, la creatività e le nuove tecnologie, le trasformazioni e il fare insieme: sono questi alcuni dei temi rilevanti che sono stati affrontati nel corso degli incontri, attraverso dialoghi, testimonianze e interventi performativi coi quali le esperienze del territorio si sono aperte ad un respiro internazionale. Più di 60 sono stati gli ospiti, internazionali e del territorio, che hanno partecipato alla Cinquetracce, dando vita a un grande laboratorio di idee proiettato sul futuro. Artisti, scrittori, filosofi, intellettuali, operatori culturali, tutti insieme hanno incontrato la città sviluppando, tramite un lavoro collettivo, visioni, idee, progettualità, in una parola “tracce” per la Ravenna del futuro.

pulsantebrochure

scarica il pdf della brochure sulla candidatura di Ravenna

Le Cinquetracce: